Come ottenere un visto d'affari o di lavoro per l'India?

Se avete bisogno di viaggiare in India per motivi di lavoro, è necessario ottenere il visto appropriato per questo tipo di viaggio in anticipo. Questo è il visto d'affari, noto anche come Business Visa, il cui tipo dipenderà effettivamente dalla natura delle vostre attività commerciali.

La maggior parte delle volte, è possibile viaggiare in India per affari usando un semplice visto elettronico, ma se vuoi lavorare in India, dovrai richiedere un visto presso un'ambasciata o un consolato per farlo apporre sul tuo passaporto. In questo articolo, ti diremo tutto quello che devi sapere per ottenere un visto d'affari o di lavoro per l'India.

 

Nuove regole per i visti d'affari per l'India:

Dall'inizio del 2019, le regole riguardanti i visti d'affari per l'India o visti eBusiness si sono evolute e sono state soggette ad alcuni importanti cambiamenti. Questi cambiamenti si riferiscono principalmente all'eliminazione delle restrizioni precedentemente rigorose sui visti elettronici o visti d'affari elettronici.

Come risultato di questi cambiamenti, la maggior parte dei viaggiatori d'affari non ha più bisogno di avere un visto adesivo che prima era obbligatorio nel loro passaporto. È quindi molto interessante approfittare di questa procedura online che rappresenta un notevole risparmio di tempo e denaro poiché il tempo necessario per ottenere un visto è più veloce e le tasse sono più basse rispetto a una domanda fisica per un visto d'affari, per non parlare del fatto che non è più necessario inviare i documenti.

 

Quali ragioni per viaggiare in India sono accettate per il visto business online?

Per qualificarsi per una e-visa per affari o eBusiness, il vostro soggiorno in India deve essere per uno dei seguenti motivi

  • Partecipazione ad un evento o riunione aziendale
  • Una riunione con potenziali fornitori, clienti o partner commerciali
  • Consulenza e applicazione e altri servizi alle imprese locali
  • Reclutamento del personale

In generale, un visto elettronico per l'India è permesso se si desidera lavorare in India pur rimanendo solo con il proprio attuale datore di lavoro con sede fuori dall'India.

 

Per quanto tempo è valido un visto d'affari per l'India?

Anche i visti d'affari per l'India hanno avuto la loro durata estesa dal 2019. Sono ora validi per 365 giorni o un anno con un soggiorno massimo di 180 giorni, consecutivi o no. Potete quindi fare un unico soggiorno di diversi mesi o diversi soggiorni brevi. In teoria, questo permette di visitare l'India una sessantina di volte per soggiorni di 3 giorni.

Una sola domanda all'anno per un visto India può quindi essere sufficiente per i viaggiatori d'affari che hanno scambi regolari e frequenti necessità di visitare il paese e non richiede una domanda fisica.

 

Altre condizioni da soddisfare per beneficiare del visto d'affari:

Ottenere un visto elettronico per l'India, che sia un visto turistico o un visto d'affari, richiede il rispetto di alcuni prerequisiti.

In primo luogo, devi essere residente in modo permanente in uno dei paesi autorizzati dal governo indiano per beneficiare della procedura online.

Si noti che alcuni aeroporti e porti marittimi in India non sono autorizzati a ricevere i viaggiatori stranieri con un visto elettronico. Tuttavia, i principali porti di ingresso in India accettano questo visto.

Infine, va notato che non ti sarà permesso di viaggiare in alcune parti dell'India con questo visto. Dovrà ottenere un permesso specifico per recarsi in queste zone.

 

Come lavorare in India per un datore di lavoro indiano o una ONG?

Il caso speciale dei viaggiatori che desiderano lavorare in India per un datore di lavoro indiano non è un caso accettato per il visto d'affari. È quindi necessario per questi viaggiatori ottenere un visto fisico specifico che sarà apposto sul loro passaporto.

Allo stesso modo, se rimarrete in India per più di 180 giorni all'anno per affari, dovrete anche ottenere questo visto fisico.

Infine, bisogna notare che non è permesso fare volontariato in India con un visto turistico, anche se non si è pagati. Questo vale in particolare per i viaggi in India per partecipare a una ONG o per visitare una ONG in loco. Sarà anche possibile ottenere un visto fisico per questo.

Domande frequenti

Dove e come ottenere un visto d'affari per l'India?

Se hai bisogno di ottenere un visto d'affari per l'India, hai due opzioni. Il più semplice, veloce ed economico è approfittare del visto online eBusiness che permette di fare domanda online senza dover inviare nessun documento fisico. Il tuo visto d'affari ti sarà inviato via e-mail e tutto quello che devi fare è stamparlo e portarlo con te durante il tuo viaggio.

Posso lavorare in India con un visto turistico?

Un visto turistico non permette, ovviamente, di lavorare in India. Se vuoi andare in India per questo motivo, dovrai ottenere un visto di lavoro specifico. Se il tuo datore di lavoro non è indiano, un visto elettronico d'affari o un visto eBusiness online sarà sufficiente, ma se desideri essere assunto in India da un datore di lavoro locale, dovrai avere un visto di lavoro apposto sul tuo passaporto prima della partenza.

Quanto è valido il visto eBusiness per l'India?

Il visto online eBusiness India è un visto a ingressi multipli valido per 365 giorni o un anno dalla data di emissione. Permette al viaggiatore d'affari di visitare l'India più volte durante questo periodo, a condizione che il numero totale di visite non superi i 180 giorni.