Sito non affiliato al governo statunitense, possibilità di svolgere le proprie pratiche senza spese supplementare nel sito ufficiale.

Ingresso negli Stati Uniti: come ottenere un permesso di soggiorno

Tutti i viaggiatori, ivi inclusi gli italiani, che progettano un soggiorno negli Stati Uniti devono adempiere ad un certo numero di condizioni e di regole come l’inoltro di una richiesta di autorizzazione tramite formulario ESTA.

Il sistema di autorizzazione elettronica ESTA è stato realizzato per semplificare le pratiche dei viaggiatori che vogliano recarsi in territorio statunitense. In tal modo, le persone che rispondono alle varie condizioni di questo dispositivo non devono più fare domanda di visto per andare negli Stati Uniti. Ma, sebbene semplificata, la domanda di ESTA online può destare dei dubbi e alcune persone possono aver bisogno di assistenza per effettuarla.

 

ESTA: il nuovo sistema di autorizzazione al viaggio

Introdotto nel gennaio 2009 dalle autorità statunitensi, l'ESTA - Electronic System for Travel Authorization – è un programma che permette ai cittadini provenienti da numerosi paesi europei e da cinque paesi asiatici di viaggiare negli Stati Uniti senza dover formulare una richiesta di visto presso il consolato.

Valida per due anni, anche per viaggi multipli, l’autorizzazione al viaggio ESTA permette ai viaggiatori idonei al programma di esenzione dal visto VWP di soggiornare sul territorio statunitense per 90 giorni al massimo, che si tratti di un viaggio d’affari o di semplici vacanze. Dall’8 settembre 2010, il sistema è diventato a pagamento e bisogna pagare una tassa forfettaria per effettuare questa richiesta di autorizzazione. Bisogna sottolineare tuttavia che l’accettazione di quest’ultima non comporta l’autorizzazione ad entrare sul suolo statunitense. La decisione finale rimane infatti alle autorità portuali o aeroportuali del paese.

Per ottenere l’autorizzazione basta riempire on line il formulario ESTA e rispondere al questionario relativo alle condizioni di ammissibilità negli USA facendo attenzione a fornire informazioni autentiche.

 

Assistenza nella compilazione del modulo di domanda di ESTA online

Prima di tutto e prima ancora di cominciare la propria domanda di ESTA, bisognerà assicurarsi di avere con sé il numero di passaporto biometrico o elettronico in corso di validità, proprio e degli eventuali altri passeggeri che partecipano al viaggio e per i quali viene fatta contemporaneamente la domanda. Se si dispone di queste informazioni, è sufficiente seguire le tappe seguenti.

Accesso al modulo di domanda di ESTA online passando per il nostro sito.

  • Compilare il modulo dandosi il tempo di rispondere a tutte le domande che vengono poste verificando che le risposte siano esatte.
  • Convalidare il modulo effettuando il pagamento delle spese di trattamento e di spedizione tramite carta di credito.
  • Attendere la ricezione della risposta via e-mail delle autorità statunitensi entro massimo 72 ore.

La compilazione del modulo di domanda di ESTA non richiede necessariamente una buona padronanza dell’inglese. roverete infatti nel nostro sito un questionario tradotto nella vostra lingua per permettervi di capire bene tutte le domande che vi vengono poste.

 

Quali sono le condizioni necessarie per ottenere l’ESTA

Il dispositivo ESTA è riservato unicamente ai viaggiatori che riempiano le seguenti condizioni:

  • Che dispongano di un passaporto biometrico o elettronico in corso di validità e la cui validità copra l’intero soggiorno.
  • Che effettuino un soggiorno negli USA la cui durata non superi i 90 giorni, trasferimenti e scali inclusi.
  • Che risiedano in un paese membro del dispositivo ESTA.
  • Che non abbiano subito un rifiuto per una domanda precedente o per una domanda di visto.

Se rispondete a tutte queste condizioni, potete accedere alla domanda di ESTA online ma ciò non significa necessariamente che la domanda sarà accettata.

 

Documenti richiesti e passaporto

Per il viaggio negli Stati Uniti, esistono alcuni documenti indispensabili da fornire ai responsabili dell’immigrazione. Come nella maggior parte dei paesi, il possesso di un passaporto valido è indispensabile così come il possesso di un visto valido – salvo per coloro che godono del sistema ESTA – ad eccezione delle persone che dispongono di un permesso di soggiorno permanente I-551 più comunemente denominato Green Card e dei cittadini canadesi in viaggio d’affari o turistico nel paese.

 

Scadenza della validità dell’autorizzazione ESTA

In linea di principio, l’autorizzazione ESTA è valida per due anni a partire dal giorno in cui viene rilasciata. Non scade prima a meno che il passaporto del passeggero non sia più valido o se l’autorizzazione stessa è stata oggetto di un annullamento. Altrimenti l’autorizzazione al viaggio ESTA permette ai viaggiatori di circolare sul suolo statunitense per una durata non superiore ai 90 giorni indipendentemente dalle motivazioni del viaggio: soggiorno turistico o viaggio d’affari.

Inoltre è utilizzabile per ingressi multipli sul suolo degli Stati Uniti. Quindi non è necessario nessun rinnovo nei due anni di validità dell’autorizzazione ESTA.

 

All’arrivo sul territorio statunitense

Una volta posato il piede in territorio americano, ogni viaggiatore viene sottoposto ad una registrazione obbligatoria che include la raccolta delle impronte digitali, il cui numero varia in funzione degli aeroporti, e la fotografia del viso.

In qualunque momento le autorità portuali e aeroportuali americane possono effettuare su ciascun passeggero dei controlli approfonditi duranti i quali è vivamente raccomandato di non emettere alcuna critica o commento ironico sotto pena di detenzione, di ammenda o di interdizione al soggiorno. La presentazione di un biglietto di aereo o di crociera andata-ritorno e di una prova di solvibilità (traveller’s cheque, carta di credito) sono anch’essi richiesti all’ingresso negli USA.

Poiché il controllo dei documenti viene fatto da una macchina, l’ingresso negli Stati Uniti verrà sistematicamente rifiutato in caso di problemi visto che nessun intervento umano è più possibile a quel punto.

 

Casi di rifiuto all’ingresso in territorio statunitense

L’ingresso in territorio statunitense è sottoposto ad un certo numero di regole imposte dalla legge statunitense in vigore. È quindi possibile che l’ingresso venga rifiutato per diversi motivi. Ecco le principali cause di questo rifiuto:

  • Un precedente rifiuto o un’espulsione dal territorio.Se avete già provato a recarvi negli Stati Uniti e il vostro ingresso è stato rifiutato o se siete stati accompagnati alla frontiera del paese dalle autorità, non potrete entrare di nuovo negli USA.
  • La mancata presentazione dei documenti ufficiali.Come sapete l’ingresso negli Stati Uniti richiede un certo numero di documenti ufficiali quali un passaporto in corso di validità e un’autorizzazione ESTA o un visto. Se vi manca uno di questi documenti o se uno di tali documenti non è più valido, non potrete entrare in territorio statunitense.
  • Un rifiuto da parte degli agenti dell’immigrazione.Anche se disponete di tutte le autorizzazioni legali necessarie al vostro ingresso negli USA, niente impedisce agli agenti dell’immigrazione che incontrerete allo sbarco di rifiutarvi l’uscita dall’aeroporto e quindi l’ingresso in territorio statunitense se avete infranto la legge.
  • Un problema di salute particolare.Alcune persone che soffrono di malattie contagiose o che richiedono cure pesanti e regolari non possono soggiornare negli USA.
  • Rappresentare un rischio per la sicurezza del paese.Infine, se le autorità statunitensi ritengono che voi rappresentiate un qualsivoglia rischio per la sicurezza nazionale, per esempio se siete perseguito dalla giustizia o se siete schedato per azioni o appartenenza a gruppi terroristici, non potrete ovviamente recarvi negli Stati Uniti.